Eros: dal mito al contemporaneo

19 Gennaio 2018
Eros: dal mito al contemporaneo

Continua, con la seconda tappa, la mostra collettiva Eros.
Dal comunicato stampa:

Eros, nome mitologico del dio dell’amore, viene definito da Sigmund Freud come una pulsione di vita insita in ogni essere umano. Dall’antica Grecia, dove affonda le radici la cultura occidentale, all’epoca contemporanea, l’eros è riscoperto come uno dei soggetti prediletti da artisti e scrittori. La mitologia classica è interamente basata sui capricci e gli amori proibiti di uomini e dei, ugualmente l’arte antica esalta i culti della fertilità femminile e della virilità maschile, inneggiando all’amore libero, generatore di vita. 
Dice la curatrice Alba Romano Pace: “La mostra vuole dare un messaggio di apertura e tolleranza facendo dialogare due realtà lontane solo nel tempo cronologico ma matrice l’una dell’altra. I reperti archeologici a sfondo erotico della collezione del museo, si relazionano con le opere d’arte contemporanei invitando lo spettatore ad entrare nel misterioso e arcaico universo dell’Eros attraverso il confronto ed il raffronto di due culture, l’antica e la contemporanea per affermare la libertà dell’arte e del pensiero artistico”. 
L’esposizione è divisa in sezioni, ognuna presenta un’espressione dell’eros, una sua interpretazione secondo uno sguardo trasversale, in realtà immutato, attraverso il tempo: l’eros è amore, omosessualità, visione organica del corpo, perturbante, eros e thanatos, mitologia e antichi culti erotici.
Organizzata dal Polo museale regionale di Gela e Caltanissetta e dalla Galleria Lo Magno Arte Contemporanea di Modica con il patrocinio dell’Assessorato e del Dipartimento regionale ai Beni culturali e dell'Identità siciliana e il sostegno di sponsor privati, la mostra è curata da Alba Romano Pace con la consulenza scientifica di Angelo Mondo per la parte archeologica.

EROS DAL MITO AL CONTEMPORANEO
A cura di Alba Romano Pace 
Consulente scientifico Angelo Mondo
Organizzazione: Lo Magno Arte Contemporanea, Modica

Artisti: 
Philippe Berson, Barbara Cammarata, Giulio Catelli, Daniele Cascone, Gaetano Costa, Lou Dubois, Emanuele Giuffrida, Giovanni Iudice, Kali Jons, Isa Kaos, Frédéric Léglise, Giacomo Rizzo, Ignazio Schifano, Marco Stefanucci, Jojo Wang, William Zanghi.

Catalogo: Drago Edizioni

Inaugurazione: 26 gennaio ore 18.00
Museo Archeologico di Gela
Dal 26 gennaio al 24 febbraio 2018

Spiral #1 e #2

28 Luglio 2017
© Daniele Cascone© Daniele Cascone

Le due immagini realizzate nel 2015, per cover e back-cover dell'album "Rotten Spiral" degli Schizo, pubblicato nel 2016.

The skin diary

27 Luglio 2017
\"The
The skin diary - JM (pentaptych) - 2016, Stampa giclée fine art a pigmento

L'opera esposta qualche mese fa alla mostra "Migrantes".

Undressed

26 Luglio 2017
© Daniele Cascone© Daniele Cascone© Daniele Cascone

Alcuni scatti di una serie inedita del 2016.

Intervista su FOTO Cult

3 Luglio 2017
Intervista su FOTO Cult

Su FOTO Cult di questo mese (numero 143, Luglio 2017) è presente una mia intervista di sei pagine, "Natura esistenziale" a cura di Loredana De Pace.

La rivista è acquistabile in tutte le edicole; in alternativa è possibile richiedere gli arretrati sul sito.

Hotel Eros

23 Giugno 2017

Mostra collettiva itinerante

Hotel Eros

30 giugno – 11 agosto 2017
Vernissage: venerdì 30 giugno ore 19.30

Galleria Lo Magno
Via Risorgimento, 91 / 93 – Modica (RG)

Tre le tappe siciliane (Modica, Gela, Palermo) di una collettiva che vuole mettere in luce una produzione intima e provocatoria spesso confinata nell’oscurità.

Venerdì 30 giugno 2017 alle ore 19.30 sarà inaugurata alla Galleria Lo Magno arte contemporanea di Modica la mostra itinerante “Hotel Eros”.
“Lontano dalla volgarità e dalla pornografia, l’eros – scrive la curatrice Alba Romano Pace – è eccitazione e desiderio ed innanzitutto poesia. Soggetto prediletto dagli artisti di ogni epoca e stile, l’erotismo è un tema che da sempre interroga ed ispira la fantasia e la creatività. Motore di energia e sublimazione, l’eros è anche metafora della creazione artistica”.

Tredici gli artisti, italiani e internazionali, coinvolti nel progetto: Philippe Berson, Barbara Cammarata, Daniele Cascone, Giulio Catelli, Gaetano Costa, Emanuele Giuffrida, Giovanni Iudice, Kali Jones, Isa Kaos, Frédéric Léglise, Ignazio Schifano, Marco Stefanucci, Jojo Wang.
“La mostra – continua la curatrice – vuole mettere in luce una produzione intima e provocatoria, che spesso rimane nell’oscurità quando non viene rifiutata per il suo lato scandaloso. L’esposizione è un invito ad entrare nel misterioso Hotel Eros e a sbirciare nelle camere di questo luogo di passaggio, una dimora dell’effimero dove gli artisti sono invitati a svelare e soprattutto affermare la libertà dell’arte e del pensiero artistico che, dall’antichità alla contemporaneità, si nutre ed alimenta un immaginario libero, gioioso, vivo e vero, che non deve e non può riconoscere limitazioni né tanto meno proibizioni”.

L’esposizione sarà strutturata in quattro sezioni strettamente collegate tra di loro: Eros Amore, Il Perturbante, Eros organico, Eros e Thanatos.
La mostra sarà visibile in galleria fino all’11 agosto, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13.
Le prossime tappe, invece, verranno ospitate al Museo Archeologico di Gela (a settembre) e alla Galleria Bobez di Palermo (a novembre).

leggi tutto

Intervista su Click Magazine 38

1 Giugno 2017
Intervista su Click Magazine 38

Su Click Magazine n. 38, Giugno 2017, è presente una mia intervista. Click Magazine è scaricabile on-line.

Mostra dei finalisti del Premio Arte Laguna, a Venezia

10 Marzo 2017
Mostra dei finalisti del Premio Arte Laguna, a Venezia

Sarò presente alla mostra dei finalisti del Premio Arte Laguna, che si inaugurerà il 25 Marzo alle ore 18.00, presso gli spazi dell'Arsenale, a Venezia.

Dal sito del Premio Arte Laguna:

Il Premio Arte Laguna espone 125 opere provenienti da tutto il mondo, finaliste dell’undicesima edizione del concorso, che raccontano lo stato attuale dell’arte contemporanea internazionale. 
La mostra nasce dalla curatela di Igor Zanti con la collaborazione dei dieci giurati internazionali che hanno valutato e selezionato tutti i candidati che si sono iscritti al concorso da settembre a dicembre 2016 : Flavio Arensi, Tamara Chalabi, Paolo Colombo, Suad Garayeva, Ilaria Gianni, Emanuele Montibeller, Salvador Nadales, Fatos Ustek, Alma Zevi. La mostra si sviluppa in due prestigiosi spazi a Venezia, il principale negli spazi industriali dell’Arsenale e l’altro nel cuore della città a due passi dal Ponte di Rialto.

Premio Arte Laguna - Arsenale

Mostra Principale
Nappe Arsenale Nord, Venezia
Vaporetto linea 5.2 fermata Celestia
Coordinate GPS: 45.4383833 - 12.35305 (Street View
25 Marzo ore 18, Inaugurazione e Cerimonia di Premiazione (ingresso libero)
26 Marzo - 9 Aprile 2017
Tutti i giorni dalle 10 alle 18
Ingresso gratuito
La mostra principale espone 30 opere di pittura, 30 sculture e installazioni, 30 opere di arte fotografica, 10 video, 10 progetti di arte ambientale, 5 performance che si esibiscono dal vivo durante la serata inaugurale.

leggi tutto

Migrantes - Mostra interculturale d'arte

13 Febbraio 2017
Migrantes - Mostra interculturale d'arte

Dal comunicato stampa:

Prende vita nel territorio ibleo un'iniziativa di grande prestigio: la mostra interculturale d'arte "Migrantes", a cui la Cattedra di "Dialogo tra le culture" di Ragusa collabora attraverso la sua consulenza scientifica.

Trentanove artisti professionisti, anche giovani talenti; ragazzi coinvolti in diversi centri di accoglienza; dipinti, fotografie, sculture, testimonianze video con canti, poesie e danze: questi i soggetti e le loro produzioni all'interno di un percorso che diventa metafora esistenziale.

"Siamo tutti migranti!", si direbbe affermando la dimensione del viaggio che accomuna tutti gli esseri umani di passaggio sulla terra. Se da un lato, infatti, le migrazioni presentano un risvolto che dice necessità, dramma sociale, conflitto, disuguaglianze, sofferenza, povertà, dall'altro mostrano all'uomo la sua anima profonda: l'essere un pellegrino sulla terra in cerca di una totalità, di una forma di pienezza e di realizzazione. E pongono una serie di domande: chi siamo? In cosa occorre radicarsi? Come costruire nuove forme di cittadinanza nella pluralità di culture?

leggi tutto

Support #3 / #4 / #5 - Versione a colori

20 Gennaio 2017
© Daniele Cascone© Daniele Cascone© Daniele Cascone

Sperimentazione a colori, tratta dall'ultima serie "The inner room".

1 2
3
4 5
...
Totale elementi: 287